Dedicato a te uomo, che ci consideri sesso debole

Giada - shame on you

Giorni fa ho ricevuto un’e-mail da parte di una cara amica, l’ho aperta ed all’interno ho trovato riflessioni che arrivano dal profondo del cuore, che scaturiscono dal subire atteggiamenti sessisti, che nel 2017 non dovrebbero più esistere.

Sono rimasta molto colpita da questo sfogo, un fiume di frasi scritte di getto, in modo impulsivo, proprio come piace a me, prive filtri e senza tanti peli sulla lingua, per far pensare e riflettere.

Poiché sono un’inguaribile sognatrice ed immagino sempre che si possa creare un mondo migliore, voglio condividere queste parole con voi popolo di internet, con la speranza che qualcun altro come me, ne rimanga impressionato.

Buona lettura!

Dopo diversi anni di lavoro nel settore della ristorazione e dopo aver notato come spesso vengono trattate le donne, dedico queste parole a voi uomini, che considerate le donne come esseri inferiori.

A tutti questi uomini sessisti, che non danno alle loro controparti femminili la capacità di crescere e chiaramente le fanno sentire miserabili, solo perché appartengono al sesso femminile.

A tutti quegli uomini che non vogliono ascoltare le loro colleghe, semplicemente perché, secondo loro, si lamentano per cose insignificanti, vorrei chiedere: chi siete voi per giudicare le mie lamentele?

Chi siete voi per giudicare le mie parole e punirmi, perché ritenete che non possa fare quanto i miei colleghi uomini?

Tutti voi uomini, dovreste essere delle guide e dei mentori durante la giornata lavorativa, ma al contrario fate tutt’altro.

A tutti questi uomini, che si ritengono perfetti, che credono di meritare appieno ogni singolo dollaro che guadagnano, a tutti loro che nel 2017 ancora ci discriminano, dico di vergognarsi.

Se quando chiediamo aiuto o consiglio, l’unica cosa che sapete rispondere è: “Se non ti piace lavorare qui, puoi andartene subito!”, li invito a pensare che forse alcune di noi non hanno un piano B e che per migliaia di motivi, non possano lasciare l’unico lavoro che hanno.

Sento spesso qualcosa come “Oh, si lamenta sempre!” Ebbene, sì, mi lamento perché non tollerò l’Ingiustizia e non riesco ad accettare come siamo diventate, dopo essere state trattate in modo scorretto.

Questo accade troppe volte, ma non abbiamo il coraggio di parlare, per paura di perdere il nostro lavoro, il nostro status e le nostre posizioni.

Noi donne dobbiamo vergognarci di essere considerate il sesso debole e voi uomini, dovete fare lo stesso per averci fatto soffrire.

Adesso forse potete continuare sulla vostra strada e giudicarmi anche per questo.

[Scritto da Giada Calcagni]

Annunci

Rispondi